Home » fai da te » Kit fermentazione Birra: come fare la birra in casa
Kit fermentazione Birra

Kit fermentazione Birra: come fare la birra in casa

Fare la birra in casa

Negli ultimi tempi, sempre più appassionati hanno iniziato a produrre la birra in casa. Si tratta per lo più di piccole produzioni, che si consumano durante una cena con amici, ma che stanno riscuotendo sempre più successo.

kit fermentazione birra

Per fare la birra con i kit fermentazione birra non hai bisogno di grosse competenze, ma è obbligatorio seguire alla lettera le istruzioni riportate in ogni kit. Anche se i kit sono sempre molto simili tra loro, infatti, ogni brand può suggerire modalità leggermente differenti di produzione che possono dipendere dalle dimensioni del kit, dai materiali con cui sono prodotti i kit stessi o da altri piccoli dettagli.

Montare il kit fermentazione birra e iniziare la produzione

I kit da birra vengono forniti smontati e sta al futuro mastro birraio avvitare i rubinetti, controllare le guarnizioni, sistemare il gorgogliatore e mettere ogni pezzo al posto giusto.

Questo primo passaggio è veramente molto semplice visto che ogni kit, anche il più economico, è fornito di un manuale d’uso in cui viene illustrato come montare il proprio kit di fermentazione.
Prima di partire con la produzione è poi anche molto importante ricordare che il kit deve essere sempre tenuto pulitissimo, perché la mancata pulizia ed igienizzazione anche di una sola delle diverse parti, potrebbe compromettere la riuscita della birra.
La pulizia può essere fatta con semplice acqua calda, ma quella che deve essere fatta con attenzione è la sanificazione, ossia l’eliminazione dei germi che si possono formare all’interno dei diversi pezzi. Anche per la sanificazione, come per il montaggio, vengono date le giuste direttive all’interno del manuale d’uso del kit.

Come preparare il mosto

La preparazione del mosto consiste di una serie di fasi differenti di durata variabile a seconda di una serie di fattori che, spesso, si imparano a riconoscere solo con l’esperienza. Tali fasi sono la macinazione, l’ammostamento, la filtrazione, la bollitura, il luppolamento, il raffreddamento e l’ossigenazione.
Si tratta di fasi che, singolarmente, non presentano grosse difficoltà nell’essere svolte, ma che devono sempre essere realizzate con la massima cura visto che un errore in una si può ripercuotere sulle fasi successive compromettendo l’esito finale della produzione.
A seconda dei kit o delle scelte personali, si può partire dal malto in busta o in barattolo. In entrambi i casi, la prima fase della preparazione prevede che il malto venga scaldato in modo da diventare più fluido e poter essere meglio miscelato con l’acqua e lo zucchero, prima di essere portato a bollore.
Come già accennato, le quantità dei diversi ingredienti possono variare sia in base al kit che si intende utilizzare, sia in base al tipo di malto sia, infine, in base alla propria esperienza e alla necessità di ricercare un particolare risultato.

Dal riempimento del fermentatore alla fermentazione

kit fermentazione birraQuando il mosto è pronto va inserito nel fermentatore con l’acqua (ancora una volta si ricorda che le quantità possono variare da kit a kit) e si può procedere alle prime vere operazione tecniche: la misura della densità e della temperatura. Gli strumenti per tali operazioni sono parte integrante delle dotazioni dei kit.
La temperatura ideale per questo primo stadio dovrebbe essere intorno al 20-22° Celsius. Possono essere accettate temperature leggermente superiori o inferiori ma mai superiori ai 28° o inferiori ai 18° perché nel primo caso i lieviti potrebbero generare cattive fermentazioni, nel secondo caso potrebbe non attivarsi il processo di fermentazione.
I diversi kit possono prevedere differenti modalità di chiusura del fermentatore, ma in ogni caso, la fase successiva prevede che esso venga chiuso e chiuso bene. Il passaggio seguente sarà poi quello di inserire il gorgogliatore sul tappo stesso: questo strumento permette l’uscita dell’anidride carbonica che si genera durante la fermentazione e l’ingresso dell’aria, fondamentale per portare avanti il processo di fermentazione stesso.
Quella della fermentazione, è naturalmente la fase più importante della produzione della birra. A seconda dei kit di fermentazione di birra che si usano e anche a seconda delle condizioni ambientali, del malto e quindi del mosto iniziale e dell’acqua che si utilizza, la fermentazione può iniziare dopo 24-36 ore e durare tra i 7 e i 10 giorni.
Con l’esperienza potrai sapere con certezza quando è terminata la fermentazione della propria birra, ma le prime volte è sempre bene non avere fretta e non imbottigliare mai la birra prima della fine dei 10 giorni.
Potrai essere certo che la fermentazione sia terminata effettuando una nuova misura della densità che dovrebbe risultare almeno un quarto di quella iniziale. In caso contrario, anche se sono trascorsi più di 10 giorni, può essere consigliabile attendere qualche ulteriore periodo.
La fine della fermentazione non indica che la birra sia pronta da bere. Essa, infatti, va imbottigliata: dopo aver inserito dello zucchero nelle bottiglie (in quantità da definire, come sempre, a seconda del tipo di kit, di malto e di prodotto che si voglia ottenere), la birra va travasata dal fermentatore alle bottiglie che vanno poi tappate. All’interno delle bottiglie continua la maturazione della birra, una fase che può durare tra i 15 e i 20 giorni (qualcuno attende anche 1-2 mesi per ottenere un gusto più definito).
Per imparare ad utilizzare il kit di fermentazione birra non avrai bisogno di molto di tempo, ma sarà necessaria un po’ di esperienza per definire per bene gli ingredienti, per ottenere la gradazione desiderata e per poter riprodurre sempre lo stesso tipo di prodotto una volta trovato quello che soddisfa le tue esigenze.

Come scegliere il kit produzione birra

Se sei alla prima esperienza di mastro birraio, la cosa migliore è quella si scegliere un kit di piccole dimensioni, ossia da trenta litri circa e di iniziare con malti semplici. Puoi trovarli online sullo store di Edilflagiello in offerta speciale.

Inoltre, piuttosto che andare per tentativi, può essere molto utile informarti su forum specialisti che permettono di comprendere, a seconda dei propri gusti e delle proprie caratteristiche, quali possano essere le scelte migliori che fanno al caso tuo.

Ad esempio, chi sa di non essere molto preciso nella pulizia del kit potrebbe optare per un fermentatore a bocca larga, più semplice da pulire, piuttosto che per uno a bocca stretta, o ancora scegliere per un fermentatore semplice o per il doppio fermentatore.


Allora… sei pronto a trasformarti in un mastro birraio provetto? Compra subito il tuo kit fermentazione birra e mettiti al lavoro!

Bestseller No. 1
KIT FERMENTAZIONE BIRRA LUSSO CON UN MALTO LAGER COOPERS
  • KIT BIRRA LUSSO
  • N.2 CONTENITORI
  • N.1 MALTO LAGER CON LA QUALE POTRAI FARE 23 LITRI DI BIRRA
  • N.12 ACCESSORI
Bestseller No. 2
KIT DI FERMENTAZIONE BIRRA ACCIAIO INOX 18/10 FUSTO 30LT+ACCESSORI+MALTO COOPERS
  • KIT BIRRA CON FERMENTATORE ACCIAIO INOX
  • INCLUSO TAPPATRICE INOX+AVVINATORE
  • MALTO INCLUSO COOPERS
Bestseller No. 3
Bestseller No. 4
KIT DI FERMENTAZIONE BIRRA FERRARI COOPERS+MALTO X 23LT+2 FERMENTATORI COMPLETO
  • KIT BIRRA COMPLETO DI TUTTO
  • SCOLABOTTIGLIE+TURABOTTIGLIE A COLONNA+AVVINATORE
  • 2 SECCHI DI FERMENTAZIONE
  • 1 MALTO COOPERS
Bestseller No. 5
KIT DI FERMENTAZIONE BIRRA "LARIX" COOPERS+ MALTO X 23LT+2 FERMENTATORI OFFERTA
  • KIT BIRRA 2 FERMENTATORI
  • N.2 CONTENITORI
  • N.1 MALTO COOPERS CON LA QUALE POTRAI FARE 23 LITRI DI BIRRA
  • N.12 ACCESSORI
  • TAPPATRICE INCLUSA

Fare la birra in casa Negli ultimi tempi, sempre più appassionati hanno iniziato a produrre la birra in casa. Si tratta per lo più di piccole produzioni, che si consumano durante una cena con amici, ma che stanno riscuotendo sempre più successo. Per fare la birra con i kit fermentazione birra non hai bisogno di grosse competenze, ma è obbligatorio seguire alla lettera le istruzioni riportate in ogni kit. Anche se i kit sono sempre molto simili tra loro, infatti, ogni brand può suggerire modalità leggermente differenti di produzione che possono dipendere dalle dimensioni del kit, dai materiali con cui…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !
x

Guarda anche

zanzariera fai da te

Zanzariere Fai da te in 4 steps

COME COSTRUIRE UNA ZANZARIERA FAI DA TE Contro gli insetti indesiderati si può ricorrere a insetticidi, ...