Home » Impianti » Impianti di Riscaldamento » Manutenzione caldaia: Cosa sapere e come farla in modo corretto
manutenzione caldaia

Manutenzione caldaia: Cosa sapere e come farla in modo corretto

Dopo aver visto le caldaie a basamento e le caldaie a pellet oggi parleremo della manutenzione della caldaia.

Gli impianti sono il cuore pulsante delle abitazioni ed effettuare una corretta manutenzione della caldaia significa garantirne un corretto funzionamento.

Esistono, poi, a braccetto degli impianti ufficiali, metodi di riscaldamento tanto alternativi quanto ormai alla portata i tutti come le stufe a pellet che, invece, necessitano di manutenzione più frequente e mirata.

Ci si rende conto dell’importanza vitale della caldaia soprattutto in inverno quando, oltre all’utilizzo dell’acqua calda (che si può creare anche con i bollitori), si chiamano in causa i cari termosifoni.

Le regole da seguire per una corretta manutenzione della caldaia

Cominciamo col sottolineare che un impianto ben tenuto in ordine è garanzia di risparmio economico e di minor inquinamento ambientale.

Dall’aprile del 2013 vige il regolamento DPR n. 74 in materia di controlli sull’efficienza energetica dei sistemi di climatizzazione:

  • per gli impianti domestici a combustibili liquido o solido: controlli ogni 2 anni
  • per gli impianti domestici a gas metano o GPL: i controlli vanno effettuati ogni 4 anni

Eccezioni alle regole generali

Come in tutte le cose, anche per le regole generali di manutenzione della caldaia, esistono delle eccezioni che vanno attentamente valutate:

  • bisogna tener conto che le regioni e le Province autonome possono variare quelle che sono le tempistiche delle manutenzioni, quindi è necessario informarsi per capire come muoversi
  • la frequenza della manutenzione può essere stabilita anche dal produttore o dall’ installatore della caldaia, a seconda dei casi
  • è importante ricordare, anche, che le ispezioni di sicurezza sono regolate diversamente da Province e Comuni con più di 40.000 abitanti

Ecco cosa fare per la manutenzione della caldaia

Per gli abitanti di quei comuni con più di 40.000 abitanti è bene tenersi aggiornati su tutto ciò che la propria Provincia o Comune ha stabilito in materia di controlli sugli impianti:

  • frequenza degli interventi da eseguire, compresa la manutenzione della caldaia
  • burocrazia sulla corretta tenuta del libretto di manutenzione della caldaia prestando attenzione anche alla questione dell’acquisto di bolli per attestare l’avvenuta manutenzione
  • rispettare le scadenze per evitare di incorrere in sanzioni
  • sono proprio le province e i comuni a fare controlli a campione e, in caso di controllo, richiederanno il libretto della manutenzione della caldaia per constatare il mantenimento della stessa nel rispetto della normativa vigente

Quali sono i costi della manutenzione della caldaia?

La manutenzione ordinaria della caldaia prevede dei costi che vanno dai 60 agli 80 euro (per la verifica delle emissioni, invece, l’importo si aggira intorno ai 100 euro).

Esistono, però una serie di altri costi che concernono la caldaia e che sono:

  • il costo per la prima accensione, per il collaudo e il primo controllo dei fumi
  • l’estensione della garanzia e l’assistenza programmata: questi costi aggiuntivi possono essere in realtà di vitale importanza se si pensa che, comunque, la caldaia è uno di quegli acquisti importanti che necessitano di manutenzione per tutta la durata della loro vita. Alcune aziende prevedono dei costi che vanno dai 50 agli 80 euro annui per questo tipo di operazioni da sottoscrivere al momento dell’acquisto. Ma è anche da tener presente che le caldaie nuove non dovrebbero presentare alcun problema per i primi 5 anni di vita quindi, assolutamente valutabile la questione anche in base al tipo di offerta che le aziende propongono all’acquisto.

La manutenzione della caldaia è una di quelle operazioni tanto fondamentali quanto semplici da effettuare per far si che il nostro impianto di riscaldamento possa vivere al massimo splendore quanto più tempo possibile.

Quando hai fatto l’ultima manutenzione alla caldaia? Hai mai ricevuto un controllo a campione?

 

Potrebbe interessarti anche:

caldaie a pellet come funzionano

caldaie a basamento guida all’acquisto

Dopo aver visto le caldaie a basamento e le caldaie a pellet oggi parleremo della manutenzione della caldaia. Gli impianti sono il cuore pulsante delle abitazioni ed effettuare una corretta manutenzione della caldaia significa garantirne un corretto funzionamento. Esistono, poi, a braccetto degli impianti ufficiali, metodi di riscaldamento tanto alternativi quanto ormai alla portata i tutti come le stufe a pellet che, invece, necessitano di manutenzione più frequente e mirata. Ci si rende conto dell'importanza vitale della caldaia soprattutto in inverno quando, oltre all'utilizzo dell'acqua calda (che si può creare anche con i bollitori), si chiamano in causa i cari termosifoni. Le regole…

Score

Voto Utenti : 3.5 ( 1 voti)
x

Guarda anche

consumo stufe a pellet - come calcore costi stufe a pellets

Come si calcolano i consumi delle stufe a pellet

SOMMARIO1 Come calcolare il consumo delle stufe a pellet in modo corretto2 Consumo stufe a ...