Home » Impianti » Impianti di Riscaldamento » Termocamini a Pellet
Termocamini a Pellet guida acquisto prezzi

Termocamini a Pellet

La ricerca di soluzioni sempre più innovative ed ecologiche per riscaldare gli ambienti domestici, negli ultimi anni è sfociata nei termocamini a pellet, rivoluzione termica del XXI secolo che permette di riscaldare anche ambienti di grandi dimensioni sfruttando le potenzialità termiche del pellet, elemento naturale e di facile reperimento.
I camini a pellet sono la soluzione intermedia tra una stufa e un camino: hanno un design moderno ma tradizionale, garantiscono un’eccellente resa estetica e, contemporaneamente, fungono da elemento riscaldante altamente efficiente che può anche essere inserito in un impianto canalizzato per diffondere calore in tutti gli ambienti domestici.
Il successo di questi sistemi riscaldanti è dovuto soprattutto al loro combustibile, ritenuto da molti la vera alternativa ai combustibili fossili che, per anni, sono stati sfruttati in quantità esagerate causando non pochi problemi ai delicati equilibri del nostro ecosistema.
Ma cos’è il pellet? Senza incorrere in errore, può essere considerato un materiale di scarto delle lavorazioni del legno puro, prodotto dalla lavorazione nelle segherie e nelle industrie del legno. Si tratta di legno vergine, non addizionato o verniciato.
Per ottenere il pellet come lo conosci normalmente, questi pezzi di segatura vengono compressi ad alte pressioni e, per la compattezza, vengono sfruttate esclusivamente le proprietà leganti della lignina.

Non vengono aggiunti additivi chimici o sostanze artificiali in modo da ottenere un vero e proprio biocombustibile ad altissima resa energetica.
I termocamini a pellet, quindi, bruciano esclusivamente scarti di legno e per questo motivo sono attualmente il miglior sistema di riscaldamento ecologico per gli ambienti domestici. Non inquinano, non sono nocivi per l’ambiente e sfruttano un combustibile economico. Inoltre, a differenza dei tronchi di legna dei camini tradizionali, sono più facili da immagazzinare e da utilizzare, non richiedendo nessuna manodopera da parte tua.
Se devi valutare l’acquisto di uno o più termocamini, prezzi e caratteristiche variano notevolmente ma il funzionamento è pressoché identico in tutti i modelli presenti sul mercato.

Come funzionano i termocamini a pellet

Termocamini a Pellet guida acquisto prezzi


Se prima di concludere l’acquisto di un termocamino a pellet vuoi conoscerne il funzionamento, devi sapere che si tratta di un sistema particolarmente semplice e non complesso, non dannoso e, soprattutto, realizzato per sfruttare al massimo il potenziale calorico del combustibile.

Tutti i termocamini a pellet sono dotati di un serbatoio più o meno ampio in cui inserire il combustibile: il pellet è l’anima di questi camini e non è necessario rabboccare continuamente perché una volta che il serbatoio è stato riempito, il camino è strutturato in modo tale da bruciare i tocchetti di pellet man mano che servono.

L’autonomia, quindi, è piuttosto ampia e dipende dal livello di calore che si vuole raggiungere e dalla dimensione del serbatoio.
Dal serbatoio, il pellet scende attraverso una coclea nella camera di combustione dove avviene la bruciatura vera e propria, che per l’alimentazione sfrutta il sistema dell’aspirazione forzata.

Il potere comburente dell’aria è ben noto e, nelle stufe a pellet questo sistema può funzionare grazie all’estrattore di fumi che aspira l’eccesso dalla camera di combustione ed evita che il fuoco venga soffocato dai fumi stagnanti. I fumi in eccesso vengono convogliati dall’estrattore alla canna fumaria, unico elemento del camino in pellet collegato con l’esterno.

La combustione del pellet genera del calore, che viene portato in circolo passando attraverso uno scambiatore: qui inizia il vero lavoro di riscaldamento ambientale del termocamino a pellet.
Lo scambiatore di calore, infatti, cede il suo prodotto prima all’acqua, nel caso in cui il camino sia inserito in un sistema di riscaldamento centralizzato che porta il calore in tutte le stanze attraverso le tubature, e solo successivamente all’ambiente attraverso un flusso di aria calda che viene emesso dal camino.

A grandi linee, questo è fondamentalmente il funzionamento di un tradizionale termocamino a pellet ma, ovviamente, nel caso in cui il camino non sia inserito in un sistema di riscaldamento centralizzato e non debba riscaldare l’acqua, tutto il calore prodotto viene emesso dal flusso di aria verso l’esterno.

Inoltre, in commercio, esistono stufe a controllo elettronico in cui può essere impostata la temperatura ideale a cui operare, stufe da incasso e stufe di dimensioni molto diverse. Per questo motivo devi fare attenzione quando scegli il termocamino a pellet. Prezzi molto diversi indicano prodotti dalle caratteristiche profondamente differenti.

 

Guida all’acquisto dei termocamini a pellet

Ora che sai cosa sono e come funzionano i termocamini a pellet e vuoi averne uno per la tua casa, devi individuare il modello che fa per te. Devi innanzitutto sapere che prima di valutare il fattore estetico devi individuare quale tipo di termocamino risponde alle tue esigenze. Ogni modello, infatti, ha un proprio potere calorico dichiarato dal produttore, ciò vuol dire che è stato progettato per raggiungere la temperatura ideale in un ambiente di una determinata metratura.

Quindi, se per esempio vuoi scaldare un ambiente di 50 mq, se acquisti un termocamino a pellet sviluppato per uno spazio inferiore, difficilmente raggiungerai le temperatura desiderata ma se ne acquisti uno per cui il produttore dichiara l’ottimizzazione per un ambiente più grande rischi di consumare molto più pellet di quello che sarebbe utile al tuo scopo e di non utilizzare mai il camino per il suo potenziale.

Detto ciò, la gamma di prodotti è piuttosto ampia e se hai molto spazio da dedicare a un termocamino a pellet puoi acquistarne uno con un serbatoio abbastanza grande da non richiedere rabbocchi durante il periodo di attività.
Inoltre, se sei nella schiera di quelli più esigenti, puoi trovare anche modelli automatici, che una volta selezionato l’orario di accensione e la temperatura che si vuole raggiungere lavorano in automatico. In questo modo, quando rientrerai a casa, troverai l’ambiente caldo e accogliente e sarà sicuramente piacevole trascorrere dei lunghi momenti di relax.

Per chi ha esigenze strutturali particolari, inoltre, sono stati progettati anche termocamini a pellet senza canna fumaria. Si tratta di modelli esteticamente più gradevoli e minimali, perfetti per chi non ha possibilità di avere uno sbocco all’esterno. Utilizzano un sistema di sbocco forzato, che non danneggia la funzionalità della stufa e permette di installare un camino a pellet in ogni struttura abitativa. Si tratta ovviamente, di particolari termocamini: prezzi elevati non devono destare paura perché appena inizi a utilizzarli ti accorgerai del loro valore.

 

Dove acquistare un termocamino a pellet

Ovviamente trovi i termocamini a pellet nei migliori negozi e centri commerciali dedicati ai sistemi di riscaldamento. Marchi come Edilkamin, Thermorossi ect, sono tra i più blasonati. In alternativa puoi farti un giro in rete ed acquistare anche online. Uno dei siti che visito spesso e che effettivamente ha un ottima assistenza clienti è Edilflagiello. Questa azienda ha anche un negozio fisico in provincia di Caserta, quindi se hai possibilità, facci un salto. E tu hai scelto quale di questi modelli di termocamini a pellet fa al caso tuo?

x

Guarda anche

bollitori

bollitori: cosa sono e come funzionano

SOMMARIO1 Bollitori con scambiatore fisso1.1 Dimensionamento del bollitore1.2 L’isolamento termico del bollitore1.3 Bollitori con scambiatore ...